Tag : verdure

Riso della Cantonese, Riso con la Cantonese, Non-riso alla Cantonese

Ci sono scoperte che si fanno all’improvviso e che da subito riconosciamo come tappe fondamentali nella nostra vita: è quello che mi è successo settimana scorsa cazzeggiando aggiornandomi sulle notizie dal mondo su Facebook, quando sono incappata in una video-ricetta postata da uno dei miei contatti. Ok, forse chiamarla tappa fondamentale della vita è eccessivo, ma sicuramente è una svolta.

Detesto, da sempre, il cavolfiore, il suo sapore, il suo odore; l’unico modo in cui me lo potrei far piacere sarebbe coperto di formaggio filante, magari gratinato al forno con una spolverata di pecorino, o con besciamella: grassi, lattosio a cui sono intollerante e tutto ciò che, in un colpo solo, sarebbe in grado di trasformare una verdura in una delle cose per me meno sane sulla faccia della terra. E poi, oltre a me, c’è LucAttila: se Gaia ha sempre accettato qualsiasi cibo proposto, verdure comprese, se Gaia ha sempre eletto la pasta con i broccoli suo piatto preferito, LucAttila è un po’ più rompipalle schizzinoso, ed ecco che -siccome in casa nostra vige la regola che si mangia quel che è previsto, che piaccia oppure no (certo, il più delle volte cerchiamo di stare attenti a proporre qualcosa che, sano, sia anche gradito)- spesso per far andare giù le verdure bisogna a scendere a compromessi, promettendo, ad esempio, qualcosa di buono a conclusione del pasto.

Da stasera non sarà più così, perchè stasera ho sperimentato con successo una magia: ho trasformato il cavolfiore in riso. Naturalmente, perchè l’esperimento potesse riuscire meglio, ho coinvolto Luca nella preparazione, in modo che potesse pregustare ciò che aveva iniziato lui stesso a cucinare.

Ingredienti per 2 adulti e 2 bambini che mangiano quasi come adulti (perdonatemi, ho il brutto vizio di andare ad occhio, anche se occhio non ne ho, e di non pesare le cose: questa volta però le dosi sono perfette)
1 cavolfiore 
3/4 di una scatola di piselli
3 carote
1 cipolla
3 uova
sale, olio, salsa di soia

*nota sulle fotografie: scattate con il cellulare, pessima qualità, click per ingrandire*

IMG_20151111_183234632

Per prima cosa abbiamo fatto saltare -come direbbe la mia collega Elisabetta: abbiamo sfritto– cipolla tagliata sottile, carote a dadini e piselli in una padella con olio, e condito con sale.
Contemporaneamente abbiamo separato le cimette del cavolfiore e le abbiamo tritate: attenzione a tritare secondo dimensione desiderata, è qua che il cavolfiore crudo si trasforma in riso o in cous cous.

IMG_20151111_183928132 IMG_20151111_184718272 IMG_20151111_184841950 IMG_20151111_184904825 IMG_20151111_185239739

A quel punto, abbiamo saltato il cavolfiore in un wok con un po’ d’olio, girando di frequente, per 5-10 minuti, in modo che non rimanesse del tutto crudo (ma neanche molle, no all’effetto cavolfiore lessato!).

Tornati a carote e piselli, li abbiamo messi da un lato della padella, per strapazzare le uova in piccoli brandelli, per poi di unirle alle verdure.

IMG_20151111_191412306 IMG_20151111_191555635 IMG_20151111_191632857

Ultimo passaggio: mentre LucAttila testava il cavolfiore saltato, ho unito il condimento.
LucAttila ha riassaggiato tutto l’insieme e ha approvato con entusiasmo. 
Ho assaggiato anche io e, sì, con aggiunta di salsa di soia, il cavolfiore diventa b-u-o-n-o!

IMG_20151111_192119985

Ho riempito due piatti abbondanti per i bambini, preparato un contenitore da portarmi in ufficio per il pranzo di domani e tenuto da parte una porzione per Nico. Naturalmente, alla ricetta sarebbe possibile aggiungere mais, cubetti di prosciutto, pancetta, e quant’altro, a piacimento: per noi, la ricetta è perfetta, per sostituire cereali che preferiamo non mangiare di sera, senza alimenti a cui siamo intolleranti (nella salsa di soia c’è il frumento però!) e ricca di verdure.

Mentre lo divoravano, i bambini chiedevano come si chiamasse, perchè il nome che risuonava loro in mente non tornava: riso della cantonese? con la cantonese? alla cantonese!
Sì, anzi, Non-riso alla cantonese!
O meglio, sapete che cos’è? Cavolfiore alla catonese!
Sì, e voi per stasera avete fatto un bel pieno di verdura!

IMG_20151111_192500016

Categorie: Pasticceria e pasticci, Vita da mamme