Tag : valigia

Che cosa mettere in valigia

Pare che siano finalmente arrivate anche le mie vacanze. Anzi, chiamiamole ferie, perchè con un marito e due figli, il tempo libero dal lavoro, comunque, non si chiama vacanza.
Quest’anno, un po’ a malincuore, abbiamo salutato Montesilvano, per andare in cerca del mare bello, bello vero, di cui i nostri occhi avevano la necessità di riempirsi; andremo in Sardegna, sentendo la mancanza delle sagre abruzzesi, del peperone dolce di Altino, dei castelli, della varietà dell’entroterra, ma con alte aspettative su colori e trasparenza del mare. Se ne sarà valsa la pena, lo sapremo al ritorno.

Ecco gli indispensabili nella mia valigia di quest’anno:

1- Costumi da bagno: non quindici come al solito, ma uno bianco, uno nero, uno rosso e uno azzurro..perchè non si dica che vesto solo con colori neutri.

2- Maschera e pinne..per Gaia. Abbiamo sperimentato a luglio in piscina che, dotata solo di un paio di occhialini, anche senza tuffo, va a toccare il fondo e a recuperare oggetti a due metri di profondità; nuota senza niente ormai per intere vasche dove non si tocca, e fa capriole avanti e indietro. E’ ora di iniziare con lo snorkeling in acque alte, e sarò la sua istruttrice: un po’ di movimento in più e -tra i riflessi- anche un’abbronzatura più decisa?

3- Zaino da montagna..per Luca. Non crediate che passeremo la vacanza in spiaggia. O magari sì, ma senza evitare percorsi naturalistici da fare a piedi, escursioni e camminate. Quindici chili di LucAttila sulle spalle di papà.

4- Libri da leggere: agosto è il mese del rifornimento annuale. Da quando vado al lavoro in bici, ormai quattro anni, leggo pochissimo durante l’anno, ma recupero in agosto. Tra Amazon e Feltrinelli, ho riempito la valigia. Libri. Cartacei: perchè mi piace tenere il volume in mano e, una volta letto, sullo scaffale, perchè non devo viaggiare in aereo e non mi pesano la valigia all’imbarco, perchè economicamente non ho visto grandi vantaggi sui titoli che mi interessavano.

libri agosto 2015

5- Drifit, Nike Pro, scarpe da running, bra, Garmin e fascia cardio, porta cellulare. Sì, sto provando a ricominciare a correre. Tre settimane fa Maga Marina ha dato l’ok per due uscite a settimana, dapprima da 12 minuti, che poi sono diventati 15 e, da questa settimana addirittura 4 km. Settimana prossima, se il ginocchio non si lamenta, proverò con cinque lentissimi chilometri, con un po’ di timore perchè sarà la soglia alla quale la mia bandelletta si è sempre incazzata -come dice Maga Marina. In valigia, anche la maglia della Stramilano, per ricordarmi dove sono arrivata pochi mesi fa e che -anche se sto ricominciando da zero, da un anno fa, senza fiato, con gambe da riallenare come si deve, con lentezza e fatica- pian piano, se mi tratto bene, allungando le distanze, potrò riprendermi la rivincita che aspetto da mesi.

running in valigia

6- Reflex, Nikon compatta di Gaia, videocamera Sanyo subacquea, cavalletto universale e relative doppie batterie di scorta e caricatori. Chissà se quest’anno riuscirò ad esserci anche io nelle foto di famiglia.

La valigia, preparata a ormai 8 mani, è strapiena, ma ciò che conta per me si riduce a questo: in controtendenza, ho lasciato più spazio agli altri.

E per voi, quali sono i vostri indispensabili?

Buone vacanze!

Categorie: Sport, Viaggi, Vita da mamme