Settembre

Oggi Luca ha ricominciato il nido, Gaia è tornata felicemente alla scuola materna, orgogliosa di essere non più una Bollicina di 3 anni, ma una Little Wave di 4 anni tra i suoi compagni di classe Acqua.

Oggi, quindi, è iniziato davvero settembre e con esso la vita di tutti i giorni.

Ho deciso che, se l’anno scorso ho affrontato pian piano piccoli cambiamenti di vita (alimentazione, attività sportiva, assestamento familiare con Luca finalmente “interattivo”, nuove amicizie..), quest’anno dovrà essere Meraviglioso. Le difficoltà non mancano mai, le insoddisfazioni neanche, ma voglio provare ad essere più positiva ed ottimista, sull’esempio di alcune splendide persone che da qualche mese riempiono la mia vita, cercando di raggiungere un pezzettino alla volta delle piccole conquiste.

C’è chi ad inizio anno (che per me è quello scolastico) si dà buoni propositi. Io voglio darmi degli obiettivi. La sottile differenza è che i propositi assomigliano a speranze, sogni, desideri; gli obiettivi prevedono una meta chiara e un percorso per raggiungerla (obiettivi SMART, sono ripetitiva).

Per settembre:

Luca e Gaia. Saranno sempre in cima alle mie priorità, così come al primo posto nel mio cuore e nei miei pensieri. Mai come a settembre però hanno bisogno di me, catapultati da tre settimane tutti e quattro insieme al mare, concedendoci orari vacanzieri e strappi alle regole, a qualche giorno di stravizi dai nonni, per finire a giornate dalle 8 alle 18 in asilo/materna.
Credo sia importante, per loro e per me, che io mi impegni per ristabilire gli orari e le nostre routine familiari e per dare nuovamente importanza alla qualità del tempo trascorso insieme, perchè ne ricevano le sicurezze e il conforto di cui hanno bisogno anche per gestire la giornata in asilo. Trascorriamo tutti la giornata in luoghi diversi, ad occuparci di cose diverse, ma a sera, chi felice, chi arrabbiato, chi stanco, chi nervoso, chi sulle sue, chi preoccupato, ci si ritrova e in quello spazio è giusto che io sia soltanto la loro Mamma.

Gaia e Luca

Io. La mia ripresa voglio che sia all’insegna del benessere: ritorno ad un’alimentazione faticosa, ma che tenga conto di ciò che mi fa stare bene; attività sportiva che comprenda anche i limiti e i segnali che il mio corpo presenta (NB: la risonanza magnetica al ginocchio e lo stop tassativo da ogni sforzo sono l’esempio di ciò che non deve più accadere); persone positive intorno a me: basta a chi fa dell’acidità un vanto, basta a rancorosi, basta a chi vuole a tutti i costi sentirsi migliore. E’ tempo di incontrare l’Amica di sempre e raccontarci un po’, stando bene come le ultime volte che ci siamo viste; è ora di risentire l’Amica lontana ma sempre nel cuore; è ora di coltivare quei rapporti speciali che sono nati con amiche che, unite e di supporto, tra le altre cose accettano anche un invito ad una Cena della Salute a casa mia, in cui potremo stare insieme, felici lo prometto, seguendo tutte l’alimentazione che, per benessere, per qualche mese dovrò seguire io.

NTC Nike

Quanto a voi, quali sono i vostri obiettivi?

 

Categorie: Altro, Amicizia, Vita da mamme

Leave a Reply

3 commenti

  • broccolo&carota

    “Sono una little wave quest’anno, nonna! Ma tu non sai l’inglese e non puoi capire!” così mi ha detto ieri Gaia, con un gesto della mano un po’ da professoressa e un tono di voce pieno di soddisfazione per il successo della sua crescita. :)))
    Buon anno a tutti voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.